Leonardo Di Caprio, lo scapolo d’oro di Hollywood

Se oggi dovessi scegliere tre hashtag per il neo quarantenne Leonardo DiCaprio, icona indiscussa del panorama holliwoodiano, attore straordinario ed ecletticoed instancabile playboy, sarebbero proprio questi tre: #Top Actor,  #AlmostOscar, e #Blonde Addicted. Seguono le rispettive spiegazioni. Buona lettura.  

#TopActor

imageLeonardo Wilhelm DiCaprio nasce a Los Angeles nel 1974, da genitori con origini italiane e tedesche. Sua madre decide di chiamarlo così perché durante una visita agli Uffizi di Firenze, il nascituro Leo scalcia la prima volta in grembo mentre lei sta ammirando un dipinto di Leonardo Da Vinci. Bambino prodigio, già a tre anni ha la sua prima parte in uno spot per una marca di latte. La televisione si accorge di lui, e gli concede alcune comparsate in Genitori in Blue Jeans, che lo lanciano alla partecipazione al b-movie Critters 3. A 19 anni partecipa al provino per il suo primo film, ed ottiene la parte accanto a Robert De Niro, nei panni del suo irrequieto figliastro in Voglia di ricominciare (1993). Lo stesso anno  interpreta egregiamente il ruolo del ragazzo con ritardo mentale, fratello di Johnny Depp, in Buon compleanno Mr. Grape, per il quale riceve la prima nomination agli Oscar. Continua a muovere bene i passi sul grande schermo come giovane dannato in Ritorno dal nulla (1995), che racconta il disagio della gioventù di New York vittima della droga. Successivamente diventa laffascinante poeta maledetto Arthur Rimbaud in Poeti dall’inferno (1995), il romantico protagonista della rilettura moderna del dramma shakespeariano Romeo + Giulietta di William Shakespeare (1996) di Baz Luhrmann, e il nipote coraggioso ne La stanza di Marvin (1996) accanto a Diane Keaton e Meryl Streep. Sin da giovanissimo, Leonardo assicura al pubblico una capacità di conformarsi a ruoli di spessore ed intensità diversi, dote importante per il prosieguo della sua carriera, che registra una svolta nel 1997 con la telefonata di James CameronIl regista canadese gli offre il ruolo da protagonista per il suo prossimo film dal budget stellare. A 23 anni Leonardo interpreta così Jake, unartista squattrinatoimbarcatosi sul più grande e lussuoso transatlantico del mondo nei primi anni del 900, il Titanic (1997). Il kolossal diventa uno dei film più visti nella storia del cinema, conquista la critica con la sua storia d’amore, e trasforma DiCaprio in un sex simbol a livello mondiale. Nonostante questa scomoda etichetta, lattore continua a dimostrare di possedere un innato talento istrionicosfaccettato. Vola in Francia e lavora alla sua doppia interpretazione del Re Sole Luigi XIV e di suo fratello gemello Filippo ne La maschera di Ferro (1997), si prende una pausa di quasi tre anni dove si dedica ai viaggi, soprattutto in Sud America, poi ritorna sulle scene con The Beach (2000). In questa pellicola l’attore è un turista americano che soggiorna a Bangkok e va alla scoperta di unisola segreta su cui regna la ricerca del piacere. Grazie al successo di The Beach, Phi Phi Island diventa tra le mete turistiche più richieste delle agenzie di viaggio di tutto il mondo. Altra tappa fondamentale per il successo di DiCaprio è lincontro con il regista Martin Scorsese, con cui inizia una fortunata collaborazione in Gangs of New York (2002), sua ennesima splendida performance nei panni di Amsterdam Vallon, un combattente in cerca di giustizia e di vendetta nella New York del 1846. Poco dopo è chiamato ad interpretare la vera storia del falsario Frank Abbagnale in Prova a Prendermi (2002), a dirigerlo c’è alla regia uno dei cineasti più importanti della storia del cinema, Steven Spielberg. Viene diretto nuovamente da Scorsese, che gli affida ruoli da protagonista in The Aviator (2004), come il miliardario americano Howard Hughes, e in The Departed – Il bene e il male (2006), come poliziotto infiltrato in una banda malavitosa. Altre interpretazioni degne di lode: il contrabbandiere di diamanti di Blood Diamond – Diamanti di sangue (2006)lagente Cia impegnato a scovare un terrorista mediorientale per Nessuna Verità (2008), il marito nevrotico ed infedele in Revolutionary Road (2008). Poi ancora Scorsese, che lo chiama ad interpretare lambiguo ed instabile maresciallo Teddy per Shutter Island ( 2010), a cui Leo risponde con una prova magistrale. Il suo curriculum continua a riempirsi di grandi nomi: è anche viaggiatore dei sogni nell’intrigante Inception (2010) per Chistopher Nolan, il direttore dell’FBI in J. Edgar (2011) per Clint Eastwood, spietata nemesi schiavista in Django Unchained (2012) per Quentin Tarantino, misterioso miliardario festaiolo ne Il grande Gatsby (2013) nuovamente per Baz Luhrmann.  Lultima perla la regala con The Wolf of Wall Street (2013), dove veste i panni del brillante broker tossicodipendente Jordan Belfort, altro ruolo che ricalca una biografia americana e che chiude temporaneamente il ciclo scorzesiano” dellattore. 

Ricapitolando, Leonardo DiCaprio ci ha sbalordito con ben 20 straordinarie prove da attore protagonista, conquistandosi meritatamente il primo posto nellolimpo dei grandi attori contemporanei. A mente fredda riesci a trovarne una migliore delle altre?

 #Almost Oscar

dicaprio_2840377b

Per Leonardo DiCaprio dunque solo grandi colpi, tutti andati a segno. Soprattutto dal 1997 quando il campione dincassi Titanic gli stravolge la vita. Da allora Leonardo DiCaprio ha inanellato ruoli e successi, film memorabili che ormai fanno parte della storia del cinema. È diventato un attore carismatico, profondo, impeccabile, impegnato.  Molti anni del suo percorso lastricato di riconoscimenti sottolineano purtroppo la vistosa assenza di un Oscar: nominato cinque volte, ha sempre mancato l’ambito premio. La prima candidatura nel 1994 soli 20 anni con Buon Compleanno Mister Grape come miglior attore non protagonista,  poi nel 2005 con The Aviator, nel 2007 con Blood Diamond – Diamanti di Sangue e nel 2014 con The Wolf of Wall Street come miglior attore protagonista, e nello stesso 2014 come produttore di The Wolf of Stret, in nomination come miglior film. Lo vedremo presto diretto da un altro maestro della regia, Alejandro González Iñárritu: in The Revenant sarà il pioniere americano del XIX secolo Hugh Glass. Che sia questa la volta buona? Poco importa, ci aspettacertamente una nuova grande interpretazionee non sarà la presenza o meno di una statuetta a cambiare il peso della sua mirabile carriera. 

 #Blonde Addicted

Gisele_1Nel 2010 Tobey Maguire e Ben Affleck scommisero 250mila dollari a testa che DiCaprio avrebbe festeggiato i suoi 40 anni con moglie e prole al suo fianco. L11 novembre 2014, data in cui lattore ha festeggiato il compleanno in questione, lhanno persa. Perché Leonardo DiCaprio, oltre ad essere un icona del cinema mondiale, è famoso anche per la sua irrefrenabile passione per le donne, rivolta quasi sempre a top model bionde alte almeno 1,80.  

Già tra gli anni 90 e gli inizi del 2000, Leo girava con il suo gruppo di amici chiamato Pussy Pose” (Il gruppo della fica), tra i quali cerano David Blaine, Tobey Maguire, Harmony Korine e Lukaas Haas. I ragazzi giravano i locali in cerca di modelle e belle ragazze, pur non avendo notorietà. Oggi invece è tutto cambiato. Pur trascurandosi ingrassando, vestendosi male e facendosi crescere la barba regolarmente nelle pause tra un film e laltro, lattore ha recentemente dichiarato Se devo essere sincero la mia vita privata era molto più facile quando non ero famoso. Ora non posso entrare in un bar che subito trovo una donna che mi fa delle avances!. Forse ne ha abbastanza, visto che le fidanzate più belle del mondo le ha già avute tutte lui. Diamo una rispolverata allaltra illustre carriera di Leonardo, quella del rubacuori. La fissa per le bionde comincia nel 1995 con Kristen Zang, modella con la quale lattore avvia il più classico dei tira e molla che però dura quattro anni. Archiviata la Zang, ci fu Amber Valletta. DiCaprio la vide su una rivista e contattò alcuni conoscenti in comune per farsela presentare, e se ne innamora subito. Solo brevi frequentazioni ma di alto rilievo con Liv Tyler, modella ed attrice, nonché figlia del frontman degli Aerosmith, e con Naomi Campbell, la Venere nera regina delle passerelle. Nel 1998 alla première del film La Maschera di Ferro conosce Eva Herzigovamodella ceca con cui comincia una frequentazione di due mesi. Nel 2000 il colpo di scena si chiama Gisele Bundchen, una delle più rappresentative top model di Victorias Secret. La coppia ha molti interessi comuni, ne nasce infatti una storia lunga etravagliata, tra crisi e riconciliazioni cicliche, che dura cinque anni. Voci di corridoi sostengono che Gisele abbia lasciato Leo perché lo definiva un instancabile party boy. Poco importa, perché lo stesso anno, nel 2005, il divo conosce ad un concerto degli U2 a Las Vegas la modella israeliana Bar Rafaeli. Dopo altri cinque anni esatti, la relazione finisce. Nel 2011 è la volta dellattrice Blake Lively, conosciuta sullo yacht di Steven Spielberg durante il festival di Cannes. Cinque mesi dopo Leo torna single e decide di ripescare dal mondo di Victorias Secret le sue due nuove muse bionde. Prima nel Dicembre 2011 conquista Erin Heatherton, americana classe 1989. La lascia nellottobre del 2012 per poi lanciarsi nelle braccia dellangelo tedesco ventiduenne Tony Garrn a maggio del 2013, con cui vive una storia damore di circa un anno e mezzo. Tutt’oggi continua il carosello mozzafiato della sua vita sentimentaleL’ennesima bionda che lavrebbe fatto capitolare è la modella brasiliana Kat Torres, conosciuta al festival di Cannes durante la promozione de Il Grande Gatsby. Ma anche questo rapporto sembra già vacillare: alcuni tabloids sostengono numerose scappatelle dell’attore con la popstar di colore Rihanna

A proposito di gossip, ecco la lista completa dei suoi flirts mai smentiti con altre bellissime ragazze biondeAlyce CrawfosdKendal SchulerAnne VyalitsinaSienna MillerParis HiltonCameron DiazAlicia SilverstoneBridget HallAshley Roberts delle Pussycatt Dolls e infine Margot Robbie, lattrice di The Wolf od Wall Street. DiCaprio è stato definito lo scapolo doro di HollywoodMa che tipo è Leonardo nella vita privataAma le feste e gli alcolici, trascorre la maggior parte del suo tempo libero rilassandosi sul suo yacht privato, è un ambientalista convinto, ama il basket e ha dichiarato di non aver mai fatto uso di droghe. A proposito di party, ecco alcuni stravaganti episodi che lo hanno visto protagonistaA Miami, ad un party per Art Basel, ha deciso di spostare la festa a casa sua e si è portato via tutte le ragazze presenti nella zona Vip, 20 modelle. Per la festa del suo 40esimo compleanno, ha prenotato lintero Soho House a West Hollywood con soli quattro amiciTyrese, Adam Levine, Russell Simmons e Robin Thicke. Gli unici quattro maschi che hanno avuto la fortuna di godersi il resto degli ospiti: circa 90 modelle.

Allinizio delle riprese del film The Wolf of Wall Street ha organizzato un party su uno yacht con lamico Jonah Hill. Dopo molti bicchieri di alcol le centinaia di modelle decidono di rinominare il party in Topless Party, togliendosi i reggiseni eriscaldando il clima dei festeggiamenti.

Nel 2011 per il suo 37esimo compleanno Leo invita 80 ragazze, comprese molte modelle australiane, e chiude al pubblico il locale australiano Kings Cross Beach Haus, diramando una lista di invitati composta da centinai di fogli. 

Nel 2005 a casa di Paris Hilton Leo è a una festa organizzata dalla ricca ereditiera. Poco prima di andarsene, lex modella Aretha Wilson, in evidente stato d’ebbrezza, lo scambia per il suo ex fidanzato e lo accusa di aver parlato male di lei, poi gli rovescia un cocktail addosso e gli spacca una bottiglia in faccia, causandogli una notte in ospedale e 17 punti tra guance e collo tagliati. La Wilson è stata estradata dal Canada e ha preso 2 anni di prigione! Per festeggiare il capodanno del 2015 ha organizzato un party privato su una spiaggia di St. Barth, nelle Antille Francesi, con qualche amico e tantissime avvenenti ragazze provenienti dal mondo della moda. Il divertimento insomma è un altro marchio di fabbrica della celebrità italoamericana, e probabilmente se gli Studios creassero una speciale categoria come “Miglior Conquistatore di Donne” crediamo che Leo a casa avrebbe portate molto più di cinque statuette. Ma è impossibile non pensare a questo affascinante neo quarantenne come principe indiscusso che regna nell’universo della Settima Arte. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...